sabato 23 gennaio 2016

Famiglia da difendere

Prepariamoci che inizia l'attacco. È spietato, brutale, cattivo e infangante. È l'attacco dei difensori dei cosiddetti nuovi diritti civili. A pochi giorni dalla votazione della Cirinnà (unioni civili e stepchild adoction) e dal Family Day, l'iniziativa popolare del prossimo 30 gennaio, chi difende la famiglia è sotto la gogna di tutti i media nazionali.
In questi giorni chi difende la famiglia, me compreso, si sente apostrofare con offese di ogni tipo da tutta la "intellighenzia" radical chic. Il 30, purtroppo, sarò impegnato con il lavoro ma con la mente (e il cuore) sarò al Circo Massimo. Questa mia adesione, anche se virtuale, mi da diritto di entrare a far parte di coloro che sono definiti medioevali, bigotti e omofobi ma che in realtà non lo sono. 
Non è medioevale chi difende la famiglia, chi, come dicono gli illustrissimi politicamente corretti, è ancorato ad una visione della famiglia tradizionale e lo affermano dimenticando che questa non esiste. La famiglia, infatti, è una sola! Non può essere "tradizionale" o "moderna".

sabato 16 gennaio 2016

Cavaliere

Nonostante tutto ancora sorridi
trovi la forza di armarti,
combattere, ferire e difenderti.
Le tue vittorie,
gioie per i nostri cuori, 
sono solo tue:
sei tu che investi argentea armatura,
impugni spada fatata
cavalchi cavallo lucente.
Cadi, anche spesso,
abbracciando un lato oscuro
che non t'appartiene.
Cerchi lo scontro 
con chi ti sembra distante
ma vicino è nel porti ausilio.
Fate tu credi, danze reali desideri.
Di principi e principesse
il tuo mondo è colmo.
Curalo, accarezzalo
matura con esso.

mercoledì 13 gennaio 2016

La Genesi e Narnia: misericordia e speranza

Aslan crea Narnia con il suo canto
La misericordia di Dio si manifesta da sempre nella storia dell'umanità. Potremmo affermare  (sperando di non essere accusato di blasfemia) che il primo atto misericordioso è stato descritto nella Genesi: la cacciata dell'uomo dal Paradiso. L'essere umano non muore, non viene ucciso dalla collera divina ma viene solo allontanato per poter prendere coscienza della sua disobbedienza. Dio usa misericordia, allontana l'uomo ma continua ad amarlo fino al punto da considerarlo come alleato principale alla lotta contro il Diavolo.
C.S. Lewis sembra descrivere questo nel romanzo Il nipote del mago. Questo volume è il sesto dell'opera de Le Cronache di Narnia ma si pone come primo in ordine cronologico degli eventi fantastici di questa terra. Questo libro parla della creazione di Narnia da parte del leone Aslan, figlio dell'imperatore d'Oltremare (parallelismo con Gesù figlio di Dio, il Verbo grazie al quale tutto fu creato). A questa creazione assistono degli invitati inaspettati provenienti da una Londra di fine età vittoriana. Saranno proprio questi uomini a portare, come l'uomo dell'Eden, il male nella terra appena creata e sarà Aslan, come Dio nella Genesi, a riconoscere questo errore, a condannarlo e a dare speranza:

mercoledì 6 gennaio 2016

Piazza o non piazza?

Polemiche, sempre e solo polemiche. Conosco la concretezza di Gigi De Palo, che in questi giorni è al centro del dibattito cattolico a causa delle sue parole sul fallimento del Family Day del 2007. Questa concretezza la conosco e l'ho toccata, ascoltata e condivisa. Alla maggioranza delle famiglie interessa arrivare a fine mese; interessa un fisco equo, che le aiuti e non le sotterri. Il Family Day organizzato dalla CEI nel 2007 avrà pure affossato i DICO (ve li ricordate?) ma questo non era il solo e unico punto toccato in quell'evento. Sbaglio? Se non sbaglio, a che punto stiamo?

sabato 2 gennaio 2016

Il Risveglio un po' assopito della Forza (contiene spoiler)

Non voglio entrare nel merito del settimo episodio della saga di Star Wars. Il risveglio della Forza mi è piaciuto anche se sembra un reboot del quarto episodio, Una nuova speranza. Nonostante il risveglio sia stato un po' assopito del film non butterei (quasi)nulla. Con questo commento voglio semplicemente (e brevemente) soffermarmi su due aspetti che mi hanno fatto riflettere.
Il primo riguarda un aspetto formativo. Infatti, quello che hanno trasmesso i precedenti film della saga è che, anche se sei un prescelto, devi lottare, sudare e allenarti per diventare un eroe (a volte non sai nemmeno di esserlo). In questo film questo sembra non accadere. Rey si ritrova una buona padronanza della Forza senza sapere nemmeno cosa fosse. Il risveglio della Forza sembra proprio un film figlio dei nostri tempi in cui, spesso, si vuole ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo (alcuni non vogliono nemmeno sforzarsi).

venerdì 1 gennaio 2016

Madre di Pace

Regni il tuo amore
egregia regina.
Giorni lieti vuoi donarci,
insieme vuoi vederci in pace .
Nuovo regno e nuove terre,
amore e pace vuoi donarci.
Dono gratuito, di madre:
essere guida verso il Re.
La tua mano ci guida,
la tua mano ci sostiene.
Attendi nostra conversione,
paghi con le lacrime
ascesa del male.
Costa amara la pace
e tu non disperi nella sua attesa.